Elettromazzetto
 L' Unico impianto Elettrico Domotico
     Specifico Per le Ristrutturazioni di Abitazioni Datate e di Pregio
"    SI ALLA TECNOLOGIA   E  SICUREZZA IN CASA."
NERO 23 ritagliata

Impianti Antifurto Filari-Via Radio e Nebbiogeni

nelle ristrutturazioni


Il Significato di protezione efficace contro le intrusioni ed in genere contro tutte le azioni criminose a queste collegate ha subito nel corso di questi ultimi anni dei profondi cambiamenti, tutte quelle soluzioni che erano sembrate sufficienti per garantirsi da tali  eventi indesiderati oggi non bastano più.


La criminalità ha assunto Nuovi connotati e non mancando di creatività, né di talento, ne di capacità imitativa, si è adeguata ai livelli di protezione, adottati riuscendo molto spesso a vanificare le difese impiegate per la sicurezza delle persone e la salvaguardia dei beni.


Pertanto la scelta di un adeguato sistema antifurto passa necessariamente per un'attenta analisi del rischio che deve essere fatta da un professionista.

Solo dopo aver fatto un'attenta analisi del rischio si potrà procedere alla scelta del sistema antifurto più adeguato al contesto che si è analizzato.


Il termine corretto per definire  un adeguato sistema di difesa contro i furti si identifica in  una razionale combinazione di protezione fisica e di sorveglianza elettronica ( se avete un assicurazione contro i furti è bene che vi informiate su cosa la vostra polizza copra in caso di furto se il vostro impianto non è certificato, magari perchè ve lo siete fatto installare dall'amico dopolavorista).

 la validità della definizione indicata è ben rappresentata dalla correlazione tra:


-  il tempo di resistenza T1 opposta dai mezzi strutturali delle difese passive.

-  il tempo di rivelazione T2 proprio dell'impianto di sorveglianza elettronica impiegato.

-  quello dell'intervento T3 relativo all'attuazione di tutti i provvedimenti necessari per interrompere l'azione criminosa.


T1>T2+T3


E' compito dell'installatore fare un adeguata analisi e decidere quindi le apparecchiature adatte da installare effettuando un sopralluogo.

Per quanto mi riguarda le apparecchiature che normalmente uso  mi appoggio a delle ditte ben precise che mi danno la certezza della qualità con tecnologia all'avanguardia in particolare per quanto riguarda gli antifurti via radio che spesso sono dei campi minati specialmente per la qualità della trasmissione del segnale.


Esistono molti tipi i sensori ognuno con la sua specificità si può iniziare dai sensori infrarossi che rilevano il calore di un eventuale intruso vi sono anche i sensori che associano la tecnologia infrarosso a quella della microonda in pratica si può decidere che il sensore mandi un segnale di allarme alla centrale quando viene rilevato un corpo che emette calore in movimento vi è poi anche un altro tipo di sensore Il doppia tecnologia antimascheramento un sensore che manda un segnale di allarme qualora rilevi un corpo caldo in movimento questo sensore e dotato anche di una segnalazione di sabotaggio qualora un malintenzionato tenti di mascherare la lente del sensore stesso, questi ultimi sono sensori che in genere vanno usati in posti aperti al pubblico dove è impossibile sorvegliare tutte le varie persone che frequentano i locali.

Un altro tipo di sensori sono quelli detti  pet immunity ossia vengono utilizzati qualora nei locali da proteggere sia presente in genere un animale domestico non superiore ai 25 kilogrammi, vi ricordo comunque che il sensore immune agli animali ha la sua efficacia qualora l'animale si muova parallelo al suolo ma se l'animale dovesse saltare o appoggiarsi al muro in verticale potreste incorrere in falsi allarmi.


Di tutti questi tipi di sensori  vi sono delle varianti per quanto riguarda il sistema di rilevazione dell'intruso ossia esistono sensori infrarossi volumetrici, sensori doppia tecnologia volumetrici, barriere ad infrarossi esistono  anche altri tipi di  sensori  cioè  contatti da posizionare sulle finestre o sulle porte Sensori sismici,  Sensori microfonici,  Sensori a calpestare,  Barriere in fibra ottica anti scavalcamento queste ultime adatte a chi possiede edifici con proprio giardino privato sono sistemi che rilevano il taglio , lo schiacciamento di una recinzione e si possono applicare anche su ringhiere rigide metalliche.


Per ultimo vorrei citare quello che a mio avviso è L'antifurto per eccellenza IL NEBBIOGENO.

Questo particolare sistema  funziona immettendo  all'atto dell'intrusione una fitta nebbia all'interno dei locali da proteggere si tratta di una nebbia di acqua e glicole che rende la visibilità pari a zero quindi " SE NON VEDI NON RUBI"  tra l'altro  il sistema che usiamo è l'unico che ha il liquido che produce la nebbia  certificato IMQ.


Per concludere un adeguato sistema antifurto per quanto mi riguarda deve innanzitutto seguire queste regole:


  1. Deve fermare l'intruso pù lontano possibile dall'interno dell'abitazione non solo per il furto in se ma anche perchè se riesco a salvare qualche serramento dallo scasso sono sempre denari che risparmio.
  2. Deve fare perdere più tempo possibile al delinquente togliendogli la tranquillità e la concentrazione  con l'utilizzo di sirene, ma anche semplicemente nascondendogli le apparecchiature.
  3. Se possibile togliendo il tempo di ingresso in modo che l'allarme si attivi subito
  4. Posizionare per quanto possibile i sensori a trappola.
  5. Installare due dico due telecamere non sarebbe una cattiva idea, ricordatevi che un malvivente anche quello più scarso in genere effettua dei sopralluoghi prima di andare a rubare e nota subito se c'è la sirena d'allarme installata , le telecamere , etc, quindi sono investimenti iniziali che con il tempo si ripagano da soli tra l'altro c'è ancora la detrazione irpef al 50%


Di tutti questi argomenti ne parlerò in dettaglio sul  mio BLOG

IMG_20160803_132127[2]_1470427752828

iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato

Create a website